domenica 28 febbraio 2016

Cigar Box Guitar - "Numero zero" - Capitolo 2

Capitolo 2 -  Il lavoro sporco

 
Tagliamo il listello a lunghezza e cominciamo a lavorare di grosso grosso. Il manico sarà passante, attraverso la scatola e quindi c'è da lavorar di raspa per cominciare a dare forma alla paletta e all'unione manico-cassa.


Il vantaggio del listello di abete è che si asporta materiale velocemente. Meno bello (ma questo dipende un po' dalla qualità del legname trovato) sono le sbeccature frequenti.

Paletta e zona cassa sono ribassate di 6mm. Nulla di precisissimo, solo colpo d'occhio, ma giusto quel che basta per non avere apparenza esageratamente sbilenca.
Con lima tonda cominciamo già ad abbozzare la posizione del capotasto che alla fine sarà ricavato da una vite M6 o M5 tagliata. Segue repentino pentimento....che forse sarebbe stato meglio riportare subito sia la posizione del capotasto che quella di tutti i tasti.

Per le misure  c'è si un formulino matematico easy-easy (dividi per 17.817 e pedalare....), ma alla fine si trovano dei comodi frets-calculator ed è peccato non approfittarne, anche perchè son davvero ben fatti ( stewmac.com, ad esempio).

Da quel si legge la posizione dei tasti va un po' curata e riportarla a matita non è un problema: con riga e squadra è solo da stare un po' all'occhio. 

L'idea è poi quella di realizzare i tasti con dei chiodi tagliando testa/punta e nella scatola dei chiodi ne saltan fuori una ventina di lunghezza 50 mm e diametro 2 che cascano a fagiuolo.

Con lima triangolare andiamo poi a realizzare  i solchi; qui la cosa diventa già meno semplice e scappa qualche imprecisione, ma tutto sommato il risultato è passabile. Anche in queto caso una lima tonda sarebbe stata comunque meglio

Aggiungiamo i fori per le meccaniche e, dal lato opposto, tre fori per agganciare le corde (meglio con qualche bussola di recupero, per evitare che il legno si rovini tirando poi le corde). E alla fine il manico comincia a prendere forma.



Sempre con lima e raspa andiamo ad modellare la parte posteriore del manico, giusto per non lasciarlo "quadrato".


Meno lavoro invece per la scatola, anche se un lato viene smontato e ribassato per poter permettere il montaggio del pickup. Giusto qualche prova a secco e pesanti colpi di raspa e carta vetro,  ma è comunque cosa veloce.


Ricaviamo poi i fori sulla scatola e anche qui, purtroppo, tra i mille metodi possibili siamo incappati nel meno adatto (punta a tazza diametro 40mm). Risultato: bordi sbeccati e scheggiati. Ma c'è già mezza idea su come rimediare. 



Terminato il lavoro "grezzo", i quattro pezzi di legno comincian già ad assomigliare ad una Cigar Box. Ma andiam di prudenza...e....prima di procedere...meglio fare qualche premontaggio di verifica....che si sa mai...

(to be continued....)


2 commenti:

  1. mica avevo capito che gran cosa stessi progettando

    RispondiElimina
  2. ...stiam vedere...è lavoro in corso...è che quando la scimmia parte....

    RispondiElimina